Il sole di notte d'estate

E’ stata una presentazione insolita e alternativa quella dell’ultimo romanzo dell’autore trentino Enrico Gasperi. Soledimonte (Curcu & Genovese editore) è il terzo successo letterario del rendenese, dopo “Il gambero di fiume”e “L’ultima ora”. Il palcoscenico è stato la nuova sala della casa sociale di Vigo Rendena, gremita di gente. Durante la serata i personaggi protagonisti, uscendo da una pagina del libro, si sono raccontati e hanno raccontato alcune vicende del romanzo, ambientato durante il periodo della prima guerra mondiale. Gli spettatori, stupefatti ed emozionati, hanno così partecipato attivamente alle vicende dei personaggi, il protagonista Jacob, la dolce Anna e il tenente Von Eleda, credendo di essere arrivati a teatro più che alla noiosa presentazione di un libro. Lo scopo della serata era quello di calare il lettore, anche con l’ausilio di scenari riprodotti fedelmente, nel cuore del libro e di far apprezzare e amare i suoi personaggi, autentici e veri come solo la penna di Gasperi sa riprodurre. Lo scopo è stato piacevolmente raggiunto. Un complimento agli organizzatori.

(Vita Trentina)

                           

Soledimonte, l’ultimo romanzo dello scrittore trentino Enrico Gasperi (Curcu & Genovese Editore), si è trasformato per una sera in spettacolo. La sala municipale di Vigo Rendena era gremita e la gente assiepata fin fuori dalle finestre. Che non si trattasse solo dell’esposizione di un libro si è capito subito. Una voce fuori campo ha guidato fin dall’inizio gli spettatori, che sono quindi stati coinvolti in una proiezione di diapositive di grande suggestione, mentre i personaggi del romanzo entravano in scena attraversando una gigantesca pagina del libro, visitando gli allestimenti, una baracca di guerra del Cavento e la riproduzione della miniera d’oro, approntate utilizzando materiale originale dell’epoca. Gli spettatori, stupefatti ed emozionati, hanno così partecipato attivamente alle vicende dei personaggi, il protagonista Jacob, la dolce Anna e il tenente Von Eleda, credendo di essere arrivati a teatro più che alla noiosa presentazione di un libro. La giornalista Alberta Voltolini ha fatto quindi da moderatrice al saluto del sindaco di Vigo Rendena Ezio Loranzi, all’appassionata relazione della vicepresidente della Giunta Provinciale Margherita Cogo e agli approfondimenti del prof. Lorenzo Cazzolli, che ha nuovamente richiamato in scena i personaggi. Tutti si sono potuti calare nelle vicende di Jacob, soldato austriaco coinvolto suo malgrado in un’oscura vicenda legata a una miniera maledetta e nei monologhi di Anna, la bella ragazza del posto che si innamora del protagonista, aiutandolo nella difficile soluzione del giallo. Non è mancato l’intervento del tenente Von Eleda, impeccabile nella sua divisa (i costumi erano della bravissima Chiara Defant, il materiale bellico del collezionista Antonio Scozzafava e del Museo della Guerra di Bersone). Negli intermezzi, altra splendida sorpresa della serata, si è esibito, con una prestazione di altissimo livello, il quartetto d’archi della scuola musicale delle Giudicarie diretto dal prof. Oscar Grassi.

(Il Trentino)

il sole di notte d'estate

NOVITÀ

Vedi Tutte